Via Hermada, 8 – 20162 Milano -

Mostra in corso
Nessun spettacolo in programma

VUOTO APPARENTE

va_social_9-16

7 teatri, 4 cinema, 11 artisti, 1 collettivo:
è così che Milano
crea nuove opportunità.

Vuoto Apparente è connessione.
Costruiamo dialoghi tra giovani artisti, cinema e teatri di Milano,
realizzando installazioni site-specific in tutta la città.
In mostra dal 5 giugno 2021
Ingresso libero

 

Milano, 5 giugno 2021. Al via la prima edizione di Vuoto Apparente, un grande progetto no profit di arte pubblica. Con il Patrocinio del Comune di Milano, le opere d’arte contemporanea di 11 giovani artisti under 30 saranno esposte nelle teche, nelle vetrine e nei foyer di cinema e teatri di Milano.
La manifestazione prende spunto da Exit Strategy – realizzato a Napoli dal 20 febbraio al 21 marzo 2021 – che ha proposto le teche e le vetrine di cinema e teatri chiusi quale luogo di incontro con giovanissimi artisti.
Da qui è nata a Milano, territorio di importanti contaminazioni culturali e volto europeo del Paese, l’idea di Vuoto Apparente come movimento spontaneo di un nuovo collettivo che ha prestato le sue competenze per la realizzazione del progetto. Vuoto Apparente propone un appuntamento che, in ottica di reciproca solidarietà, è dedicato alla città: cinema e teatri, grazie alla mediazione dell’arte, si donano ventiquattr’ore al giorno diventando occasione di riattivazione e costruzione di socialità e proseguendo nel solco di quell’impegno che la cultura è da sempre pronta ad assumersi.
Una mostra diffusa che coinvolge l’intera rete metropolitana, dalle periferie al centro, con due obiettivi di cui Milano si fa da tempo portavoce: inclusione sociale e valorizzazione territoriale.
Cinema e teatri, sale indipendenti e centri di sperimentazione: da Niguarda a Città Studi, da Porta Romana all’Ortica, l’operazione di arte pubblica ricalca il rapporto tra comunità e territorio, per il coinvolgimento della cittadinanza.
Gli artisti donano le loro opere ai cittadini, autoproducendosi, per accompagnarli nei loro tragitti quotidiani.
Alle difficoltà di una macchina che deve rimettersi in moto risponde il desiderio del mondo dell’arte di riappropriarsi di un pensiero progettuale e di unire le risorse per la realizzazione di un nuovo disegno per il presente.

L’ottava arte è l’incontro delle prime sette.

Spazi: Anteo Palazzo del Cinema, CityLife Anteo, Cinema Beltrade, TAM Teatro degli Arcimboldi di Milano, Teatro della Cooperativa, Teatro Franco Parenti, Teatro Litta, Teatro Martinitt, Teatro Nazionale CheBanca!, Wanted Clan, Zelig

Artisti: Yara Piras, Flavia Albu, Lucas memmola, Vincenzo Zancana, Alberto Messina, Gabriella Siviliano, Valentina lupi, Raffaele Greco, Marco Siracusano, Yarno Piras, Gaia Coals

mappa

Manifestazione curata da Chiara Spenuso, realizzata con Martina Mozzati, prodotta in collaborazione con Alessandro De Agostini e Tommaso Putzolu.

Con la curatela artistica di Lucas Memmola e Marco Siracusano.

Progetto grafico realizzato dal designer Raffaello Chiarioni

fascia loghi

  • linkedin
  • pinterest
Aggiungi appuntamento
Nessun spettacolo in programma