Via Hermada, 8 – 20162 Milano -

Distribuzione Produzioni

Propaganda

Propaganda

PRIMA NAZIONALE
un progetto La Confraternita del Chianti in collaborazione con Associazione Culturale K.
di Chiara Boscaro e Marco Di Stefano
consulenza storica Giuliano Turone e Renato Seregni
con Valeria Sara CostantinGiovanni GioiaMarco PezzaAndrea Pinna, Valentina Scuderi
regia Marco Di Stefano
drammaturgia Chiara Boscaro
canzoni e musiche originali Giovanni Gioia
voci Diego Runko e Giulia Versari
assistente alla regia Cristina Campochiaro
sponsor tecnico COOP LOMBARDIA
una produzione Teatro della Cooperativa
PROGETTO FINALISTA BORSA ANNA PANCIROLLI 2014 / PROGETTO FINALISTA GIOVANI REALTÀ DEL TEATRO 2014

Meglio fare il burattinaio che il burattino, non le pare?
Licio Gelli

Il potere, in Italia, non è mai stato una cosa semplice. C’è la politica, c’è la democrazia, c’è il voto popolare, ci sono le clientele e le famiglie. Lo Stato. Il parastato. L’amministrazione. I soldi. Il Vaticano. I cattolici (da non confondere con il Vaticano). I militari. Le donne. I servizi segreti. I fascisti. Quelli della destra. I comunisti. Quelli di sinistra (da non confondere con i comunisti). Gli indecisi. La mafia. La camorra. La ’ndrangheta. La Sacra Corona Unita. Gli intellettuali. Quelli al bar. Le casalinghe di Voghera (che ci sono, ci sono).
La P2 è stata l’ombra di tutto questo. Una cartina al tornasole del Paese in cui tutti i colori si fondono in uno solo: il fango.
Grazie alla preziosa collaborazione di Giuliano Turone, giudice che insieme a Gherardo Colombo ha indagato su Sindona e scoperto le liste della P2 a Castiglion Fibocchi, La Confraternita del Chianti con Propaganda lancia un ponte irriverente (ma un po’ preoccupato) tra ieri e oggi. Nel 1981 sei componenti su sette della giovane compagine milanese non erano neanche nati, ma quella che nel 1981 sembrava una storia chiusa è diventata una malattia cronica della nostra società. Viviamo in un Paese complesso, certo, ma quante volte abbiamo pensato che da soli avremmo potuto risolvere un problema molto prima e molto meglio, senza lungaggini, senza pareri inutili, senza consultazioni ridondanti, senza democrazia?

Per informazioni > distribuzione@teatrodellacooperativa.it

  • googleplus
  • linkedin
  • pinterest